Sua Maestà é caduto dal Trono gli subentra Alessandro Deri

30 Novembre 2019


La notizia che Giovannino Maneschi detto “Sua Maestà” era stato esonerato, arrivata nella tarda serata di mercoledì 27 dopo che il fu Badesse aveva espugnato il Romanelli di Borgo San Lorenzo accedendo alle semifinali della Coppa Italia fase Regionale per tutti i mass media la dismissione é stata considerata un fulmine a ciel sereno ..un qualcosa di clamoroso … per Calciocapace NO!!! ...vi spiego ... gli ultimi risultati in campionato avevano lasciato l'amaro in bocca ai dirigenti e in particolare a paron Spandi e Spendi Effendi ..ma le dichiarazioni del presidente Berni erano concilianti, tutte tese al pronto riscatto della squadra in Coppa Italia ...e così é stato ...e allora perché a pochi minuti dalla fine della gara con la Fortis Juventus c'é stata questa presa di posizione contro il mister e il suo staff e a stretto giro di posta ha abbandono anche il responsabile dell'area tecnica Emiliano Frediani ...che é successo?? ….i casi sono quattro:


1) le critiche dei dirigenti già da domenica sera dopo la sconfitta casalinga con la Colligiana all'operato del mister per il brutto gioco e l'impiego dei bipedi non al meglio si sono accentuate (questo é sicuro ma non può bastare)


2) contrasti fra il mister e i dirigenti sul prossimo Mercatino di Natale per i giocatori da cassare, quelli da confermare e quelli da reperire per innestare la quarta. (forse la goccia che ha fatto traboccare il vaso)

3) qualcosa di pseudocalcistico se non di surreale che non ha convinto i dirigenti delle Badesse durante lo svolgimento della gara di Coppa Italia (altamente improbabile)


4) forse ai Vignaioli ha preso lo “spunto” la vinificazione e qualcuno andava incolpato (teatro dell'assurdo)


Mah!!! .. resta il fatto che a 15' dal termine della gara di coppa Italia é stato comunicato a Sua Maestà che era esonerato … Calciocapace non pensa nulla, il tempo ci renderà edotti su questa vicenda ....certo se volevano un mister che sapesse conferire un gioco avvolgente al team questo non era Giovannino …noto per essere un vincente, per saper gestire giocatori affermati più che per il bel gioco. ...probabilmente le scelte di calciomercato durante l'estate non sono state completamente azzeccate ..e qui c'é la responsabilità della società che non avendo o non volendo metterci del proprio si é affidata completamente ai guru ingaggiati che talvolta possono anche essere fallaci e abusare della loro chiara fama...aggregandosi qualche compagno di merende in via di bollimento


Un errore lo ha fatto anche Sua Maestà perché ha accettato l'incarico di traghettare la Fattoria di Lornano in serie D senza pensare che non si trattava di una tradizionale società di calcio composta da dirigenti avvezzi ad ogni sorta di situazione e capaci di trovare ragionando giustificazioni all'incerto inizio di campionato ...in effetti da qualsiasi punto di vista lo si guardi l'esonero di Maneschi é stato precipitoso e tutto di pancia ..mancano 18 gare al termine del campionato, bastavano un paio di correttivi e la vittoria era in tasca. Però la Fattoria di Lornano non é una società di calcio come comunemente la si intende ...assomiglia più ad una holding con tanto di Amministratore Delegato (Spandi e Spendi Effendi) ..in tali ambienti sono abituati a fare periodicamente il punto della situazione e se i conti non tornano si dà il benservito al Manager (Sua Maestà) che sarà sostituito da un altro

Ora si tratta di vedere se la mossa della società é rivolta ad una ripresa impetuosa verso la vittoria del campionato o a un ridimensionamento dei programmi …..lo vedremo dal tecnico che ingaggerà e da come si muoverà nel Mercatino di Natale. Le prime indiscrezioni sul nuovo tecnico danno in pole position Alessandro Deri, lo scorso anno alla Colligiana ....a più di un'incollatura seguono Stefano Polidori abitué della Valdelsa, Carlo Caramelli navigato tecnico attualmente un po' sottotraccia avendo provato a fare il secondo nei professionisti, Marco Tosi con un passato in C e D e frequentazioni in Valdelsa a Colle e Poggibonsi e udite udite, il colmo della burla, Francesco Colombini il secondo di Sua Maestà a Ponsacco lo scorso anno.


Passa un giorno e la mattina del 29 si apprende che il nuovo tecnico “di in su la cerchia Tonda” é Alessandro Deri detto “Sollievo”, ha 38 anni con un passato da centrattacco nelle squadre della Valdelsa. Ha iniziato presto la carriera di mister, esordì nella Categoria Regina a Gambassi, veniva da una retrocessione in 1^ categoria con il Certaldo .....tutti erano scettici sulle sue capacità e dicevano: "come farà a salvarsi il Gambassi in eccellenza con un allenatore che è retrocesso dalla Promozione”?... come al solito le chiacchiere non fanno farina e Deri con una squadra giovane fece faville., “Sollievo” è un mister che trasmette serenità all'ambiente, il tipo che non ha bisogno di urlare per farsi intendere. Si documenta e analizza l'avversario che dovrà incontrare per preparare la partita durante la settimana ed è molto dinamico sui moduli di gioco che adatta a seconda dei giocatori che mette in campo e delle squadre che deve affrontare. Lo scorso anno dopo una stagione sabbatica ha accettato la panchina a Colle dopo la tregenda della retrocessione dalla D, con la dissoluzione di tutta la rosa e con un undici titolare completamente nuovo messo subito in grado di esprimersi al massimo. Tutto ciò é stato molto singolare ...viene da domandarsi come abbia fatto ... quello che più stupisce è la grande continuità di risultati positivi ...é stata una cosa incredibile!!! ... sarà per i pochi infortuni e le minime squalifiche ….oppure mister Deri é un mago visto che in diverse occasioni dopo essere andato in svantaggio ha ribaltato la situazione. .. Calciocapace ha osservato più volte il suo operato nella passata stagione e secondo il suo insindacabile giudizio il motivo é il seguente: la squadra Biancorossa aveva un tipo di gioco assai particolare ...le azioni le sviluppava quasi esclusivamente sulle fasce dalle quali partivano calibrati cross per Granito o palle invitanti sul secondo palo per Aperuta ... il centrocampo veniva usato per contrastare con infiniti falli tattici tesi sempre ad interrompere l'azione avversaria ..probabilmente era per questo che la difesa subiva pochi gol ed anche perché stava molto alta costringendo gli avversari a giocare in spazi assai ristretti. Tutto ciò ha messo in evidenza come la squadra copriva perfettamente tutte le zone del campo ..quando arrivava il vantaggio l'atteggiamento della squadra si faceva parsimonioso infiocchettato da molti falli tattici a centrocampo, vera peculiarità di mister al fine di indispettire gli avversari e sorprenderli poi con un travolgente contropiede.


Ora Calciocapace si domanda: .. é Deri il mister giusto da prendere in corsa? .. ha l'età giusta e l'esperienza per cavalcare bipedi affermati?... andrà a questa nuova avventura cercando di imprimere la sua impronta di gioco che necessita di tempo? ...l'organico lo smonterà e lo riparerà con l'aiuto del nuovo direttore generale Marcello Bucciarelli detto il “Valdesano”? ..mah!!!! ...vedremo ....bisogna attendere come Spandi e Spendi Effendi vorrà operare nel Mercatino di Natale ...se i fedelissimi di Sua Maestà leveranno le tende o resteranno e se il nuovo staff tecnico saprà agganciare quei 2-3 pezzi che facciano fare il salto di qualità ...il bel gioco conta il giusto.


Fra tanti interrogativi però una cosa é certa ...la Fattoria di Lornano da un'ambientazione espansiva tutta tesa ad allargare i propri orizzonti é tornata a navigare all'interno del famigerato Triangolo delle Bermude. 

Visto 430 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare