Torneo delle Regioni: Toscana asso piglia tutto

16 Aprile 2017


Calciocapace assistito dalla parte migliore di lui, la consorte Doni, si é recato al seguito della spedizione Toscana alla massima manifestazione del calcio giovanile nazionale. C'era da confermare il titolo conquistato dalla Juniores e migliorare le già buone prestazioni di Allevi, Giovanissimi e Calcio Femminile della scorsa stagione in Calabria. L'esito é stato stupefacente: riconquistato il titolo con la Juniores contro il Lazio, conquistato il titolo con i Giovanissimi pure contro il Lazio e con il Femminile contro il Bolzano, mentre gli Allievi si sono fermati alla semifinale contro un inarrivabile Lazio. Un risultato da scrivere con filigrana d'oro nell'albo d'oro del CRT.


JUNIORES (classe 98)

AMERIGHI Niccolo (Maliseti, c)

BARBAGLI Matteo (Valdarno, ec)

BELLINI Lorenzo (99-Lastrigiana, a)

BROTINI Umberto (Camaiore, d) 

COPPI Matteo (Montevarchi, p)

ELETTI Lapo (Lastrigiana, p)

INNOCENTI Lapo (Fortis Junentus, pm)

KHODIN Dmytro (Grassina, ec)

KTHELLA Daniel (Sinalunghese, a)

LARI Alessandro (Cuoiopelli, d)

MAGELLI Francesco (Zenith Audax, d)

MARIANELLI Lorenzo (Forcoli, c)

MARSEGLIA Luca (Sestese, c)

MIGLIORINI Dario (99-Montevarchi, ec)

PIRAS Stefano (99-Zenith Audax, a)QUARTA Vincenzo (Piombino, c)

RAMACCIOTTI Antonello (Seravezza, ec)

SERI Alex (Lucignano, ec)

TESTI Francesco (Bucinese, ec)

VECCHI Alessandro (Porta Romana, a)


Consigliere Regionale Resp. Rappresentativa Sig. TRALCI MARIO

Commissario Tecnico Sig. UBERTO GATTI

Segretario Rappresentativa Sig. PIERO MORGENNI

Medico Dott. MANISCALCO ALFREDO

Dirigenti Sig. BAMBI MAURO - Sig. VANNINI ENRICO

Massaggiatori Sig. PIERI GIULIANO - Sig. NARDINELLI LUIGI

Addetto Materiale Sportivo Sig. PALCHETTI ROBERTO 



E' stato un grande successo non privo di difficoltà ma grazie alla sagacia dei dirigenti unita alla fermezza di mister Ube nel giostrare la rosa si é trionfato. Percorso assai difficile nella fase eliminatoria visto il valore delle rappresentative di Veneto, Sicilia e Friuli, però le prime due vittorie, con Migliorini in grande spolvero, hanno consentito di far rifiatare la squadra nell'inutile gara con il Friuli, dove oltre a perderla, ci siamo fatti male subendo l'espulsione di Bellini per fallo di reazione, uno dei giocatori più in forma della compagine. Nel 4° di finale contro le Marche e nella semifinale contro il Piemonte, entrambe squadre dal palleggio superiore, grande abnegazione di tutti e superba prova del reparto difensivo con capitan Mugelli e Brotini, a centrocampo di Amerighi e del goleador Vercchi su tutti. La finalissima contro l'agonistico Lazio ha visto la Toscana subire molto nella prima mezzora ma grazie all'okkio vispo di mister Ube che ha corretto lo schieramento iniziale sostituendo al 30' il bravo Innocenti con un più razionale Quarta, la squadra ha trovato la quadra e sono fioccate le occasioni da gol: Vecchi di testa ha intercettato tutti i palloni scagliati con vigore dai difensori e uno strepitoso Kthella ha trasformato in gol.


Analisi: mister Gatti gioca stabilmente da sempre con il modulo 3.5.2: difensori forti fisicamente, centrocampo con un pilone basso e due esterni che spesso trasformano la difesa a tre in una a cinque, in attacco due punte, una di riferimento per i lancioni che scavalcano il centrocampo e l'altra che svaria nelle praterie avversarie. Sembrerebbe l'anticalcio nell'era del giropalla, invece é l'uovo di colombo per uccellare difese scarse tecnicamente che hanno difficoltà ad intercettare palle assai veloci, sbagliano spesso stop e rilanci e se hai attaccanti che sanno farsi valere e entrano in possesso di palla vanno inevitabilmente all'uno contro uno.


ALLIEVI (classe 90)

ARCORACI Matteo (Tau Calcio, a)

BARTORELLI Alessio (Pro Livorno, d)

BIANCHI Lorenzo (Sauro Rispescia, c)

CASSAI Samuele (Sestese, c)

CECCHI Jacopo (Olimpia Firenze, c)

CIOFI Gabriele (Cattolica Virtus, a)

DEL BRAVO Alessandro (Pro Livorno, ec)

DINI Guido (Scandicci, c)

FORNACIARI Dario (Tau Calcio, a)

FRASCADORE Duccio (Cattolica Virtus, ec)

FRANCIA Matteo (Floria, d)

GIANNINI Giuseppe (Tau Calcio, c)

GAGGIOLI Alessandro (Capostrada, d)

MAGAZZU (Andrea (Massese, d)

MARANGON Lorenzo (Cattolica Virtus, pm)

MORELLI Mattia (Capezzano, a)

MURGIA Alessio (Margine Coperta, ec)

NELLI Jacopo (Margine Coperta, c)

TEGLI Francesco (Montevarchi, p)

PUGLIESE Lorenzo (Montevarchi, a)


Responsabile rappresentativa Sig. Filippo RAFFAELLI

Commissario tecnico Sig. Stefano MANNELLI

Dirigente Sig. Maurizio FALCO

Medico Dott. Giampaolo ANDROSONI

Massaggiatore Sig. Oscar GIRARDI

Addetto materiale sportivo Sig. Patrizio NUVOLI


I ragazzi del “Citti” Stefano Mannelli hanno fatto il massimo, dopo un entusiasmante girone eliminatorio: vinte le prime due gare con Veneto, Sicilia e sconfitta a qualificazione acquisita nella terza con il Friuli si é giocato il 4° di finale con i padroni di casa del Trentino, netta la superiorità ma sono stati sbagliati gol a raffica, la gara si é decisa ai rigori con il portiere Cecchi autore di tre miracoli consentendo il passaggio alla semifinale dove é stato scontro con il Lazio, compagine di valore straordinario che poco aveva a che vedere con la categoria allievi ...comunque i nostri ragazzi dopo aver subito il gol nei primi minuti sono sempre rimasti in partita e sul finale hanno avuto anche l'occasione per pareggiare ma troppo era il divario tecnico e fisico.

Analisi: Il nostro “Citti” ha sempre disposto la squadra con un classico 4.3.3, l'organico selezionato si é ben comportato specie nel reparto arretrato dove il portiere Tegli e i centrali Francia e Bartorelli hanno ben impressionato, a centrocampo molti i giocatori di qualità, su tutti il regista Dini, in attacco invece é mancato il bomber, l'uomo insostituibile, infatti in quasi tutte le gare si é partiti con tre attaccanti e nel secondo tempo si sono sostituiti con altri tre ..ma di gol poca vela.



GIOVANISSIMI (classe 2002)

ARIGO Emiliano (Mazzola, a)

BONIFAZI Niccolò (Sestese, pm)

BORGOGNONI Mattia (Capostrada, c)

CAMPAGNA Jionathan (Cattolica Virtus, a)

CARRARA Filippo (Tau calcio, ec)

FRANCALANCI Leonardo (Scandicci, d)

GABBRIELLI Alberto (Cattolica Virtus, d)

GIANNINI Rodrigo (Floria, c)

MANFREDI Leonardo (Capezzano, a)

MARCONI Niccolò (Cattolica Virtus, d)

PATTI Andrea (Sestese, c)

MUCCIOLI Marco (Tau Calcio, c)

PAOLANTONI Filippo (Olmoponte, ec)

PECCI Niccolò (Tau Calcio, c)

PERLONGO Gabriele (Zenith Audax, a)

POGGIALI Matteo (Floria, d)

RINALDI Alessio (Capostrada)

SAURO Alessandro (Capostrada, ec)

TORTELLI Damiano (Sestese, p)

VANNINI Alessio (Olimpia Firenze, p)


Responsabile rappresentativa Sig. Filippo RAFFAELLI.

Commissario tecnico Sig. Roberto CHITI

Dirigente Sig. Alessandro CAMMILLI

Medico Dott. Giampaolo ANDROSONI

Fisioterapista Sig. Filippo BIANCUCCI

Addetto materiale sportivo Sig. Patrizio NUVOLI


Mister Roberto Chiti al terzo anno da selezionatore ha fatto centro e lo ha fatto con un organico inferiore ai precedenti anni...ha adottato sistematicamente il modulo 3.5.2 con i due esterni di centrocampo bravi sia in fase difensiva che propulsiva. Ha presentato un undici assai stabile al quale ha apportato poche ma logiche sostituzioni solo nella seconda parte della ripresa ..in pratica 6 gare in 7 giorni disputate dal medesimo undici alla barba di coloro che sostengono che non si può giocare tutti giorni. C'é poco da discutere 6 vittorie che non hanno fatto una grinza, solo nel 4° di finale contro la Calabria si é andati ai calci di rigore ma il bravo portiere Vannini con due paratone ha permesso il passaggio alla semifinale contro l'Abruzzo vinta con il giusto piglio. Nella finale con il Lazio la nostra rappresentativa ha dominato ma quando sembrava fatta al 2' di recupero ha subito il pari ma un meraviglioso Bonifazi all'ultimo tuffo con una saetta da fuori aria ci ha fatto alzare la coppa.

Analisi: Siamo sempre lì, schemi, moduli, tattiche, tante belle e suggestive divagazioni filosofiche ma quello che alla fine conta é buttarla dentro ..se lo si fa con una metodologia primordiale o con l'ultima novità pallonara poco conta ...in campo sono sempre undici bipedi se ne mettiamo molti in difesa poi mancano negli altri reparti e viceversa. Mister Chiti é stato bravo a costruire una squadra assai concreta che ha badato al sodo. Il portiere Tortelli qualche uscita ma nel complesso poco impegnato, difesa assai efficace nei tre centrali: Gabrielli il più tecnico, Francalanci assai duttile e Marconi il più reattivo, fantastici i due esterni Sauro a sx e menzione special per Carrara a dx, un Cabrini in miniatura, centrocampo di inesauribili corridori su tutti Patti che sempre é cresciuto alla distanza ben coadiuvato da Giannini e Borgognoni, l'attacco spesso isolato era impostato sui lanci lunghi per la “stella” Campagna che mai si é accesa per cui ha vissuto sull'irrequieto torello Arrigò che sovente ha cavato le castagne dal fuoco e sullo sgusciante Bonifazi, l'eroe della finalissima.


FEMMINILE

Non vi posso dire niente perché la penso esattamente come il presidente della LND che per il suo troppo dire su silurato ...posso però parlare del selezionatore Simone Maccari che ha fatto crescere il settore portandolo ai massimi livelli e non c'é da meravigliarsi se ha fatto centro ...oltretutto é un gran piagnone ..si vede che Eupalla si é commossa e gli ha concesso la grande impresa.


PENSIERINO RIASSUNTIVO: Meglio di così é difficile ma a ben guardare nulla viene per caso e già l'anno scorso in Calabria la spedizione fu complessivamente lusinghiera per cui é giusto chiedersi il motivo di una evoluzione tanto rapida ....ebbene Calciocapace ha la risposta: bisogna dare il merito al CRT che ha fortissimamente voluto la costituzione dei campionati élite per ogni categoria. I nostri ragazzi presenti al torneo delle regioni provengano da tale ambientazione. Nella categoria élite presente in Toscana e in poche altre regioni tutte le gare sono assai equilibrate e i bipedi maturano prima, o meglio acquisiscono una superiore mentalizzazione ..infatti nelle gare in Trentino più che una superiorità tecnica si é visto da parte dei nostri giocatori una maggiore capacità di stare in campo che alla fine é risultata l'arma vincente.



Visto 538 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare