Povera la mia Categoria Regina

7 Ottobre 2019


RIGNANESE – VALDARNO 0-0 (domenica 6 ottobre ore 15.00),  MIGLIORI IN CAMPO: ....per il Rignano, nessuno si é distinto ...per il Valdarno, Traversari ha cercato di dare spessore all'attacco ma si sta trasformando in qualcosa di diverso da una punta.


Calciocapace Sempreinpiedi ....oggi festeggio il decennale del mio malanno oncologico ….a pensarci bene sembra ieri quando la diagnosi impietosa decretò il male del secolo anche alla Prima Penna del calciodinoialtri ...fu un momento di tristezza per tutto il mio staff … anche Calciocapace non fu contento non tanto perché la mortesecca con la falce fienaia appariva all'orizzonte ma soprattutto la preoccupazione di lasciare incompiute le consegne alla parte migliore di sè, la mogle Doni e ai figli Leo e Cia ma anche distaccarsi dal calciodinoialtri in modo repentino ...quando i cosiddetti addetti del pallone ne vennero a conoscenza non mi stupì affatto la solidarietà che mi venne concessa ...messaggi di tenere duro mi arrivarono perfino dalla lande più sperdute.. Ebbene grazie alla chemioterapia sono ancora in essere nonostante alcune recidive, compresa un'operazione che ha eliminato milza e parte del pancreas. Il mio corpo ha ingurgitato ogni sorta di trattamento farmacologico per i tumori, un po' di effetti collaterali si sono visti ma sopportabili, in compenso sono diventato quasi un essere bionico, un tempo sarei sembrato un personaggio di fantascienza, oggi sono una realtà, e conduco una vita molto simile a quella dei miei fratelli “completamente umani”. Beh .. se non fosse per aver beccato un'infreddagione da tregenda potrei dire che godo ottima salute. Qualcuno mi guarda di bieco chiedendosi “ma questo rompicoglioni come fa ad essere ancora in vita”? A tale agnostico della scienza medica dico “okkio a sfiorarmi potresti rimanere incenerito”.


Al Ponte Mediceo Rignanese e Valdarno si affrontano in quello che taluni credono un derby invece si tratta solo di una partita fra conoscenti, sugli spalti pochi sparuti individui ...e non mi sento di dare torto agli assenti. Finché i regolamenti federali impoveriranno il pallone di valore tecnico e agonistico hanno ragione gli assenti ...in effetti si sono viste all'opera due squadre infarcite di quote e quotarelle, 7 per Biancovedi e 5 per i Gialloblu .. fino a due anni fa tutte le società della Categoria Regina non si azzardavano a far scendere in campo più dei tre bipedini d'obbligo per legge ..adesso é tutto all'inverso …. la nefasta conseguenza é che si vedono gare di juniores dove latita l'agonismo, la furbizia, la tecnica, il posizionamento e la giocata … per di più gli undici sono in mano a allenatori neofiti o peggio di bassa lega che emanano pochissimo ascendente sulla truppa tanto che i 3-4 bipedi anziani in campo sono tatticamente indisciplinati e si permettono di fare quello che gli pare.

Mister “Durbans” Lucchesi ha alcune assenze, in particolare deve rinunciare per guai muscolari a stantuffo Merola e al puntero Palaj ed é ancora indisponibile l'attaccante De Simone ...questo lo schieramento scelto: modulo 4.3.3..in porta Carli, esterno basso a dx Molinu (00), esterno basso a sx Guidotti (99), centrali di difesa Zefi e Falciani (99), a centrocampo vertice basso Cioce coadiuvato dai bracci Tozzi (99) e Rotondi (00), in attacco da dx a sx Ignesti (01), Bencivenni Stufi (00) e Renieri. In panchina il numerododici Mancini (01), l'esterno Casalini (01), il centrocampista Spanu (00), le spunte Fagioli (01) e Citernesi (01) e i non utilizzabili Merola (99), Palaj e De Simone (00).

Mister “Maestro della Tecnica” Benesperi ha meno defezioni ma quella dell'esterno di fascia Gualandi é pesante, dispone l'undici con il modulo 4.3.3 ..in porta Lampignano, esterno basso a dx Mirante (99) esterno basso a sx Bettoni, centrali di difesa “l'articolo il” Lovari-Giustini, a centrocampo a ordire la manovra Muho (01), Sesti (00) a fare il braccetto e Brega dedicato al controllo di Cioce, in attacco da dx a sx Yahon (00), Bastianelli e Traversari. In panchina il n.12 Noferi, i difensori Gori, Billi (00) e Biagini (01), i centrocampisti Bencini, Fiorafanti (01) e Kostner (01) e gli attaccanti Zaparata (00) e Servillo (01).

Con tali premesse la gara non poteva certo essere spettacolare ..ma bisogna farsene una ragione molti match quest'anno saranno di bassissimo livello ..c'é stato un vero crollo del livello tecnico ..sono pochissimi in Eccellenza i giocatori in crescita tecnica mentre sono moltissimi i pivelli e anche spocchiosi bipedi che si sentono a torto i mammasantissima della categoria e invece spesso sono svogliati, indisciplinati e claudicanti. Nel pt. manifesta superiorità territoriale della Rignanese che ha sfiorato con Renieri il vantaggio ma il bipede quello che faceva di buono in fase di avvio come sua consuetudine lo gettava al vento al momento di concludere ...la supremazia dei Biancoverdi é stata però favorita da alcune scelte a capocchia di Benesperi che ha perso Bega posizionandolo in marcatura ad uomo su Cioce ..era un bel po' che non vedevo una cosa simile, solitamente il vertice basso avversario in fase di impostazione viene disturbato da un attaccante ..va beh ... lui é un Maestro ..mi scuso per questa puntualizzazione però non mi é piaciuto neanche che Benesperi come i suoi predecessori alla Valdarno impieghi uno splendido attaccante come Mirante in difesa dove non ha nessuna delle qualità richieste per il ruolo ..mah!!! ...mister Lucchesi si é impegnato molto, mi ha quasi fatto tenerezza la dedizione che ha messo nel suggerire ai suoi bipedini le mosse da compiere, quasi se fosse una maestra d'asilo. Nel st. la gara si é capovolta, inspiegabilmente Cioce ha finito le banane e la gara ha iniziato a farla il Valdarno ma anche le Ovaiole avevano le polveri bagnate ed a poco è servito l'incessante prodigarsi di Traversari, le amnesie di Zefi e l'approssimativa condizione di Falciani perché l'acclamato bomber Bastianelli ha fornito una prestazione senza nerbo, quasi volesse mandare segnali di distacco dal gruppo. Anche a giudizio del fedele Terzomo si é trattato di una partitella assimilabile alla lega giovanile, comunque si é mostrato soddisfatto di aver intrattenuto piacevole discussione con “Ballerino “Bagnoschi su alcune pollastrelle che fanno parte del loro giro di ballo. Calciocapace nonostante lo spettacolo pietoso sicuramente ritornerà presto al Ponte Mediceo non foss'altro per degustare allo splendido Green Bar le favolose paste dette “Pesche” tuffate nell'alchermes, riempite di abbondate crema e ricoperte di zucchero semolato, mancavano solo due foglioline verdi di cialda ...una vera leccornia.


Ha diretto l'Asino Nero Gabriele Caggiari di Cagliarri detto “Gigante di Mont’e Prama” ....al primo anno alla CAI, in stagione alla 3^ designazione extraregionale. Fisico perfetto, aspetto al tempo elegante e autorevole, perfetto in ogni frangente del match ..un fischietto degno di essere seguito con grande attenzione.

Visto 381 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare