Pagare Dazio

2 Aprile 2017


PORTA ROMANA – CASTIGLIONESE 2-1 

 

Dopo un periodo di separazione la miglior coppia di commentatori della Categoria Regina ovvero Calciocapace e il fedele Terrzomo si riunisce ad hoc per andare al New Bibe ad assistere al rush finale dei Neroarancio in funzione salvezza diretta, impegnati quest'oggi contro la rivelazione del campionato i giallo-viola di Castiglioni. 


Porta Romana: Una spina dietro l'altra

Quest'anno il Paron durante il mercato estivo mi era piaciuto, appena finito il campionato aveva ringhiato forte con Bipedi, Staffieri e i cosiddetti Portaromanini ...da subito ha applicato le direttive di Calciocapace procedendo ad un rimpasto della squadra. La prima cosa é stata quella di assicurarsi un mister della nouvelle vague come “Paperoga” Alessio Miliani ..subito dopo ha messo sull'attenti il f.f. diesse Cavalletta prima sottoponendolo ad una lunga quarantena poi dimezzandogli l'area di competenza ..infine ha iniziato a demolire l'old squadrone ..all'inizio qualche boss da 90 capita l'antifona autonomamente s'é cavato d'impiccio in cerca di una miniera d'argent come bomber Ciolli e il "giocatore più" Chiarelli ...poi é stato monetizzato qualche pezzo pregiato come Torrini ..infine si vede che il Paron era tanto tempo che non pensava a cessioni di lusso per cui la cosa gli ha preso la mano ed ha fatto un ripulisti generale ...in pratica della guardia storica rimaneva solo Santini. Finita la rottamazione ha dato il via alla ricomposizione ma dei 10 e più bipedi ingaggiati tutti con modalità cavallettiane non ce n'era uno in grado di garantire sensazioni positive ...alcuni di loro notoriamente ritenuti dei casinisti-rizzacazzi e altri dei pollastrelli senza penne ..se guardavamo la ipotetica formazione si notava una difesa troppo giovane, un centrocampo senza gamba e un attacco sbiadito … l'unica cosa che poteva generare fiducia era mister Paperoga dotato di grande forza di volontà, in grado di far gruppo con bipedi dalla personalità tra le più disparate e in possesso di un archivio sterminato sulle caratteristiche dei giocatori al quale dedicava una manutenzione infinita ...se gli fosse stato consentito di gestire il tutto secondo i suoi dettami poteva cavare dall'ambasce i Neroarancio a patto che chiudesse il telefonino e parlasse con meno concitazione..insomma seguisse gli input di Calciocapace e rispettasse le linee guida del Paron che aveva fatto se non un passo indietro, nell'attenzionare la squadra, almeno uno di tralice. Purtroppo mister e Paron non si son capiti e dopo poche giornate hanno divorziato ...la squadra su indicazione del'Indio, consigliori principe del Paron, fu affidata ad un suo protetto  ...lana lisa. Adesso siamo alle porte con i sassi, ci sono tre giornate al termine del campionato, il distacco dalla 5ultima é di tre punti ..difficile riacchiapparla ..é quasi certo uno spari play-out con la Sestese di Superpipposki, la cosa peggiore che potesse accadere, resta solo da capire se da migliore o peggiore classificata. Che peccato per i Portaromanini chiamati per primi a gestire un centro Federale in Italia ….Possibile che il Paron non abbia compreso l'importanza di gettare le basi per una permanenza stabile nella Categoria Regina, purtroppo per far ciò avrebbe dovuto farsi affiancare da 3 o 4 Calciocapaci e allontanare o almeno chiudere in cantina i troppi “yes men” accoccolati presso le sue vestigia. ..Non lo ha fatto e adesso deve battersi la mano sul petto ...Calciocapace si domanda come abbia potuto sopportare Santini autore finora di 13 ammonizioni e 2,3 espulsioni con giornate multiple ...lo stesso dicasi di Pomo ...poi quel “Simulao" sempre ricco di paturnie e poco propenso a calcare il rettangolo verde ..quel farfalliere senza retino fra i pali ... ...quegli eterni claudicanti di Fossati e Alessandrini ...quei cuori a bassa intensità di Bargelli e Aperuta .. dulcis in fundo il ritorno del Chiaro a fine girone d'andata ....quando vidi Niccolò dopo 8 mesi che era in aspettativa sfoderare 3 gare come ai vecchi tempi mi preoccupai molto e pensai: “questo si stronca” ..e così é stato. ...il povero Paron se vuole godersi un sorriso deve osservare solo i giovani che tutto sommato sono di buona qualità.. 


Castiglionese: Una stagione ricca di fiori

I giallo-viola stanno giocando con 6/7 giocatori provenienti dal settore giovanile, i tre 98 che giocano con assiduità nella precedente stagione erano nella Juniores Regionale, fra questi Lombardi A. é titolare inamovibile non avendo saltato nemmeno una partita, ..anche Baldoni e Vestrini hanno giocato molto. Il successo di un settore giovanile è quando riesci a fare una prima squadra con ragazzi del luogo. È inutile snocciolare che si hanno tecnici preparati, che gli Juniores, gli Allievi e gli Esordienti vincono quando poi in prima squadra non gioca mai un ragazzo proveniente dal proprio settore giovanile. ...ecco la Castiglionese quest'anno grazie a mister Dedo é anche questo ...se la vecchia guardia fosse stata efficiente come i giovani bipedi ci sarebbero state ancora più soddisfazioni e qualche passo falso imprevisto in meno ..se esaminiamo le ultime due trasferte dei Castiglioni la cosa appare evidente. A Foiano sconfitta bruciante, a Bucine strepitosa vittoria ....esaminiamo i due match. 


Foiano-Castiglionese 3-0: . relatrice la baugiornalista cagnetta “Brina”
I giallo-viola si presentano a Foiano con assenze importanti, Menchetti, Sorrentino, Lombardi M. e Borsi, tutti infortunati, mister Gennaioli deve fare i salti mortali per mettere in campo una formazione decente, il mister decide di schierare Vestrini terzino e Tenti mezzala. Pronti e via ed il Foiano è subito in vantaggio, retro passaggio di Sekseni e il portiere Poponcini intrampola sul pallone consegnandolo a Pellecchia che mette dentro a porta vuota!!! Tutti si aspettano una reazione della Castiglionese, ma la scarsa vena di Sekseni e quella di Giuliacci, purtroppo per lui ormai cronica, non permette ai viola di impostare per le due punte Biscaro Parrini e Lucatti, ma anche loro ci mettono del suo visto che sembrano abulici e persi per il campo. L'unica nota lieta sono le ottime prestazioni di Redi e Lombardi A. e quella sufficiente di Sereni e Tenti per il resto un pianto collettivo. Anche il mister deve fare mea culpa, non si è accorto in tempo della sofferenza di Vestrini su Zacchei, ha fatto un paio di cambi da suicidio e continua a puntare su Giuliacci, ormai un corpo estraneo della squadra. A parte oggi per fortuna Sekseni dà una grossa mano inoltre con il recupero di Menchetti e Lombardi M.. potranno sistemare con il primo la fascia destra e con l'altro il centrocampo, permettendo a Tenti di giocare più alto, dove diventa devastante.


Buicinese-Castiglionese 0-1: …..relatrice Gatta Mammona. 
Gara tutto cuore della Castiglionese in Val d'Ambra contro una Bucinese veramente forte. I Gialloviola per i primi 20' hanno dominato procurandosi subito due buone occasioni fallite dalle punte viola, Nella seconda parte del primo tempo è salita in cattedra la Bucinese con un grandissimo Bega, che ha messo in difficoltà sia Tenti che Autiero che doveva raddoppiare, andando vicino anche al gol con una spettacolare rovesciata sventata da una grande parata di Poponcini, nel finale di primo tempo credo ci potesse anche stare un rigore in favore della Bucinese ma l'asino nero ha optato per un contrasto regolare. Nel secondo tempo stesso copione del finale della prima frazione, con la Bucinese che spinge ma le punte sono regolarmente annullate da una difesa viola strepitosa: vedere un ragazzino di 18 anni, Lombardi A., guidare una linea composta da altri ragazzi Tenti (22), Redi (22), Sereni (21) in maniera perfetta è stato uno spettacolo. Per la Bucinese tanto possesso palla a centrocampo ma occasioni zero ..anzi una ripartenza di Vestrini mette solo davanti alla porta Lucatti che la deve solo spingere in porta ed é il gol del vantaggio. Nel finale, compresi 7 minuti di recupero!!! ..nessuna occasione per la Bucinese. La differenza oggi non è stata né tecnica né tattica, ma la voglia di vincere. La Castiglionese ha lottato su ogni pallone con una ferocia agonistica impressionante, difesa eccezionale, Sekseni sempre più guida di centrocampo, Biscaro Parrini un leone che corre per tutto il campo, finalmente anche Giuliacci ha disputato una partita degna del giocatore che dicono che sia. Tutto é prioritariamente merito del mister Gennaioli che ha motivato la squadra in maniera del tutto personale, creando un gruppo che lotta in maniera unica, considerando anche le assenze di giocatori importanti come Menchetti, Sorrentino, Lombardi M. e Fusai. Sicuramente con questo entusiasmo e con il recupero di alcune pedine, i tifosi castiglionesi si potranno togliere delle belle soddisfazioni davvero insperate all'inizio della stagione. 


Schieramento del Porta Romana: mister Michey Mouse domenica al Chiavacci ha ottenuto un altro flop ....fuori casa solo 7 punti in 14 gare ...troppo pochi per sperare di fare quei 37 punti che portano alla salvezza diretta .. Targetti non incide sull'agone dei bipedi Neroarancio eppure quando giocava era un gran combattente ...mah!!!! ...Adesso sono indispensabili 9 punti nelle ultime tre gare ..nel match odierno mancheranno sicuramente gli squalificati Santini e Pomo ...la "bandiera" Chiarelli sarà del match ma da diverse domeniche é a mezzo servizio ...c'è poi l'interrogativo Campana sarà con il capo dove deve essere??? .. mister Targetti nel fare la formazione si é affidato alla nume Eupalla la quale gli ha detto di mettere in un bussolotto i 18 convocati e non far giocare i primi 7 estratti ..per cui ne é scaturita una formazione assi sui generis. Confermato il modulo 4.3.3: in porta Morandi, centrali di difesa Lovari e Giachi (98), ai loro lati a dx Vannini e a sx Sarti (97), a centrocampo vertice basso Campana, con bracci Manzani (98) a dx e Gori a sx, in attacco Vecchi (98) e Bargelli con alle spalle o sui lati Chiarelli..A disposizione il numerododici Compagnoni (97), i difensori esterni Cristiani (98) e Stella (97), l'esterno di centrocampo Zahouani (97), i centrocampist Pistolesi (99) e Semplici (98) e l'attaccante Silvestri (97).


Schieramento della Castiglionese: Dedo é alla ricerca di quella vittoria che gli consentirebbe di agganciare i play-off, non può usufruire del difensore sterno Baldoni (98), del centrale difensivo Sorrentino, dell'sterno dx Vestrini (98) e dell'attaccante Borsi (98) quindi inizialmente dispone il suo undici con un simil 4.1.2.1.2 che in fase offensiva si trasforma in un 4.3.3. ..questa la formazione: in porta Poponcini, esterni bassi a dx Sereni e a sx Tenti, centrali di difesa Menchetti e Lombardi A. (98), a centrocampo Sekseni basso a contrarre e rilanciare aiutato dal braccetto Autiero (98) a dx e dalla mano monca Giuliacci a sx, in attacco a dx Rossi (99) e centrale Lucatti con Biscaro Parinni alle loro spalle o sulla stessa linea.  A disposizione il numerododici Menci (99), gli esterni di centrocampo Fusai e Rosini (99), i centrocampisti Lombardi M. e Redi, il jolly Luchini (98) e l'attaccante Cirelli (00).


La gara: Calciocapace si é proprio divertito ...partita vibrante sia in campo che sugli spalti ….. 


In Campo ben schierata la squadra Viola che per la prima mezzora ha fatto vedere un ottimo impianto di gioco ..belle giocate, bipedi tutti in movimento sincrono che non consentivano riferimenti e per questo difficili da controllare ...naturale il vantaggio con una pennellata su punizione dello specialista Biscaro Parrini ...a questo punto il Paron appollaiato in solitaria sul Trespolo-Tv opposto alla tribuna ha fatto due urlacci che solo lui sa eruttare e come d'incanto la squadra ha cambiato marcia: Campana ha preso possesso del centrocampo ed é stato maestro d'impostazione e Chiarelli ha imperversato nella trequarti avversaria ispirando il pari di Vecchi con un filtrante rasoterra su cui il bomber ha preceduto tutti in spaccata ..tutto molto bello ...Il Paron nell'intervallo ha abbandonato il trespolo-tv e ha proseguito la sua catechizzazione nello spogliatoio ...alla ripresa delle ostilità i Neroarancio hanno iniziato a stringere d'assedio i Gialloviola e verso il 10' ancora Chiaro ha nuovamente imbeccato Vecchi che con un tap-in ribadiva in rete un suo precedente tiro. Poi il mestiere dei più esperti ha fatto il resto, spesso il gioco é stato fermo, palloni in tribuna ..insomma la solita solfa ..La Castiglionese c'ha messo troppo a riorganizzarsi e solo nel finale ha avuto qualche occasione che un Morandi attento come non mai neutralizzava con sicurezza.


Sugli Spalti ...gran gazzarra ..i tifosi Giolloviola si sono stizziti forse perché visto il rapido vantaggio pregustavano una goleada e quando sono andati sotto non hanno retto qualche sfotto dei Portaromanini...ne é scaturito un corpo a corpo che erano anni che non vedevo, va detto però che le principali artefici della rissa sono state le signore che non hanno digerito gli epiteti ai propri pargoli ed ecco che ai becchi si sono rizzate le corna evidentemente volevano far vedere quanto erano mascoli ...per fortuna alcune persone di buona volontà da entrambe le parte si son adoperate per riportare la calma ma c'é voluto del bello e del bellino. Anche se i Castiglioni con Dedo in testa a fine gara si sono divertiti con il pollice verso ad indicare che il destino dei Nerarancio era segnato ...Calciocpace vi dice che finché c'é vita c'é un po' di speranza.


Ha diretto l'asino nero Iacobellis di Pisa considerato il miglior fischietto regionale, la gara non era facile ma tutto sommato l'ha gestita discretamente ….forse non ha concesso un penalty agli ospiti sullo 0-0 su un tiro diretto in porta intercettato con un braccio ..comunque la gestione sul piano disciplinare é stata esaustiva e sul finale si é levato qualche sassolino dalle scarpe cacciando prima Chiarelli per un colpo proibito ad un avversario e poi Luchini per ave calpestato l'eroe di giornata Vecchi. 



Visto 607 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare