Ninna Nanna

6 Febbraio 2019


COLLIGIANA-GRASSINA 0-0 (mercoledì 6 febbraio, ore 14.30), ;  MIGLIORI IN CAMPO: per Colligiana, Stampa, ha giocato solo 15', ha fatto più lui che tutti gli altri messi insieme ....per il Grassina, Burzagli, una parata sola ma decisiva.


Le gare al Mercoledi sono uno Sconquasso: ...considerando la domenica come primo giorno della settimana, il mercoledì la divide in due ...é il giorno canonico in cui si fanno i recuperi delle partite rinviate qualsiasi sia stato il motivo ...fra i professionisti vi si gioca in maniera sistematica ogni tipologia di coppa, in primis la Champion League ..ma nel calciodinoialtri il mercoledì é un giorno lavorativo e non é gradito usarlo per dedicarlo a quello che si deve fare la domenica ..la gara di campionato al pomeriggio della domenica é come la messa domenicale, non si può ne si deve spostare ..é un precetto da conservare e proteggere per cui l'essersi inventato il CRT 4 giornate di campionato al mercoledì é la cosa peggiore che poteva fare, per questo Calciocapace non smetterà mai di borbottare. Il mercoledì pallonaro é anomalo già se si tratta di una gara di recupero pensate se si tratta di un'intera giornata, le partite non sono la stessa cosa come se fossero disputate alla domenica … le squadre di casa sono enormemente svantaggiate ..mentre gli ospiti preparano la trasferta come se fosse un giorno festivo: i bipedi che lavorano prendono un giorno di ferie, raduno alle 9 di mattina, viaggio in pullman, pranzo alle 11,30 in un ristorante nei pressi del campo di gioco ...i locali invece alla mattina si comportano come un normale giorno feriale ..chi lavora lavora, chi studia studia, chi dorme dorme ..forse neanche pranzano insieme, arrivano allo stadio alla strascicona ..scendono in campo non ben equipaggiati mentalmente. Per i tifosi invece non c'é differenza fra ospiti e locali: i primi sono completamente assenti, lacuna che non incide perché non ci sono mai, per cui feriale o festivo poco cambia ...quelli locali invece vanno allo stadio come se i tre punti non contassero, quasi scocciati di dover rinunciare alla consueta partita a scopa ..é evidente che sono distratti dai fatti contingenti del quotidiano feriale mentre alla domenica prima di tutto vanno alla messa, mangiano bene e al pomeriggio sugli spalti sono gagliardi e pungenti.


Colligiana: Come con poco ottenere tanto ..nel campionato di Eccellenza Girone B nella parte alta della classifica ci sono i Biancorossi e rispetto alle altre formazioni di vertice hanno un organico all'osso, non più di 13 giocatori idonei, quote comprese .eppure mister Deri riesce sempre a mettere sul rettangolo di gioco almeno 11 di quei 13 bipedi stilando una formazione efficiente e in grado di contrastare qualsiasi avversario.


ROSA DIVISA PER RUOLI (in maiuscolo i titolari)

Portieri: Andrea VALORIANI (97, p), (00, p), Giampaolo Rossi 00, p),

Difensori esterni bassi: Andrea PISANESCHI (00, c), Matteo VITTORINIi (99, d), Matteo Ciappi (98, d), Carmine Di Marco (01, eb)

Difensori centrali: Andrea SAITTA (92, dc), Dario MILLANTI (83, dc),

Cursori di centrocampo: Edoardo BIAGI (97, c), Stefan BROCCOLIi (98, c), Giovanni Conti (01, c),

Esterni di centrocampo: Mourad BOUHAMED (98, a), Samuele STAMPA (95, d),

Prima punta: Jonathan GRANITO (83),

Attaccanti di movimento: Andrea APERUTA (89, a), Lacine DOSSO (99, a), Lorenzo MARANGON (00, a) Francesco Crisci (99, a),


Tutto ciò é molto singolare ...viene da domandarsi come abbia fatto il diesse Marcello Bucciarelli o chi per lui dopo la tregenda della retrocessione dalla D, con la dissoluzione di tutta la rosa a reperire l'attuale undici titolare e metterlo subito in grado di esprimersi al massimo ….ma quello che più stupisce è la grande continuità di risultati positivi ...é una cosa incredibile!!! ... sarà per i pochi infortuni e le minime squalifiche ….o mister Deri é un mago visto che in diverse occasioni dopo essere andato in svantaggio ha ribaltato la situazione?. Secondo me il motivo é il seguente: la Colligiana ha un tipo di gioco assai particolare ...le azioni le sviluppa quasi esclusivamente sulle fasce dalle quali partono calibrati cross per Granito o palle invitanti sul secondo palo per Aperuta ... il centrocampo serve per contrastare ed é autore di infiniti falli tattici tesi sempre ad interrompere l'azione avversaria ..probabilmente é per questo che la difesa subisce pochi gol ed anche perché sta molto alta costringendo gli avversari a giocare in spazi assai ristretti.


Grassina: Rimesso in carreggiata …. quando si arriva vicino a Ceppo sono pochi gli umanoidi che non si fanno influenzare dall'atmosfera Natalizia, anche il post Capodanno può essere difficile da smaltire ...a tale sindrome non si é sottratto neanche lo staff della capolista che sia pure mascherando abilmente la mini crisi dall'altro del forte organico non ha potuto fare a meno di manifestare qualche idiosincrasia che Calciocapace per loro fortuna ha subito rilevato ...adesso che tutto è passato voglio ricordare allo Staff dei Granocchi quante bischerate hanno messo in atto ..cominciamo: nella gara con il Valdarno, fu messo in campo uno schieramento a “Babbo Morto”, Stella venne impiegato su Mirante per cui mancò la sua spinta... le due quote difensive “Schizzo” e “Secchione” mostrano segni di stanchezza e perdita della condizione …. inoltre si ebbe l'impressione che sul Goffredo Del Buffa aleggiasse già la gara della Befana a Poggibonsi, bomber Bruni con 4 ammonizioni si sottrasse alla pugna per paura di essere ammonito e non partecipare al big match. Al Lotti vittoria inequivocabile ma l'uso di Fabbrini basso a dx con la maschera salva setto nasale fu un tentativo di suicidio quasi riuscito. Contro la Fortis, é vero che quando si é al comando della classifica bisogna scendere in campo con coraggio ma é anche vero che se l'avversario negli undici é la miglior squadra del girone qualche cautela é d'obbligo ...la principale era di non andare all'uno contro uno con i guizzanti attaccanti avversari. ...nel pt con la difesa a 4 é stato un gran patimento. Al Ponte Mediceo altra giornataccia dello Staff a cominciare dalla mortificante sostituzione di bomber Bruni reo di aver sprecato un penalty ...per arrivare alla doppia sostituzione ad inizio st dove tutti hanno capito che mancavano in panchina dei validi 2000 dimenticati da sempre nella juniores ...nelle successive gare con Foiano e Bucinese é stato ritrovato un passo spedito grazie anche all'intervento di paron Zepponi sul mercato che ha permesso di aggiungere un discreto bipede quota 2000 e soprattutto al miglioramento del modulo tarato di volta in volta sull'avversario di turno.


Schieramento della Colligiana: la precedente gara contro la Lastrigiana ha messo in evidenza come la squadra copra perfettamente tutte le zone del campo ..il vantaggio arrivato abbastanza rapidamente durante un pt ben giocato e direi dominato ha consigliato nel st un atteggiamento parsimonioso infiocchettato da molti falli tattici a centrocampo, vera peculiarità di mister Deri. Per la gara contro la capolista cosa escogiterà l'allenatore? ..la solita disposizione tutta tesa ad offendere sulle fasce laterali oppure attuerà fin da subito il non gioco a centrocampo al fine di indispettire gli avversari e sorprenderli poi con un travolgente contropiede??? ...I giocatori sono quelli, ci sono poche possibilità di cambiare, assente Aperuta ammalazzato e il forte esterno l'esterno di centrocampo Stampa non al meglio, va solo in panca ...per cui giocano i soliti che hanno fatto fuori Togo. Modulo 4.5.1, in porta Valoriani esterni bassi a dx Saitta e a sx Pisaneschi (99), centrali di difesa Vittorini (99) e “Garibaldo” Millanti, a centrocampo vertice basso il “Piccolo Pirlo” Broccoli (98), annunciato in forma splendida, bracci a dx Biagi e a sx Marangon (00), in attacco da dx a sx Bouhamed (98), Granito e Dosso (99) ma i due estremi laterali con notevoli compiti di raccordo. A disp.: il numero dodici Rossi (99), l'esterno basso Ciappi (98), il centrocampista Conti (01), gli esterni di centrocampo De Marco (01) e Stampa e l'attaccante Crisci (99) e la quota 2001 Ciacci


Schieramento del Grassina: dopo l'allenamento nell'acquitrino di Bucine ricomincia il campionato, l'impegno al Gino Manni é di quelli da non sottovalutare ..il Poggibonsi é lì a 2 km in attesa che i Granocchi compiano un passo falso, fra l'altro giocano scientemente alle 18 per poter fare il tifo a favore dei cugini serpenti biancorossi ...ma guarda che fortuita coincidenza. La rosa dei Rossoverdi é data al completo, solo bomber Baccini denuncia un'opacità alle cornee ma in porta si tira con i piedi ...quindi tutti abili e arruolati. Dipanare l'undici da far scendere in campo fra i 21 titolari é un compito che vede lo Staff rossoverde impegnatissimo alla disamina dei pro e dei contro,  mister Matthew dopo lunghe consultazioni ha deciso per il modulo 4.3.3. In porta Burzagli, al centro della difesa Villagatti, alla sua dx “Meacci” alla loro dx “Schizzo” Fabbrini (00) e alla sx Benvenuti, vertice basso Degl'Innocenti, coadiuvato da Torrini a dx e Caschetto a sx, in attacco da dx a sx Khtella (98), Baccini e Bellini (99). A disp.: il numero dodici Merlini (99), gli esterni bassi Stella, Cattani (00) e Martellini (00), il difensore Fani (99), i centrocampista Nuti e Metafonti e gli attaccanti Bruni e Vannoni (00) ...in tribuna Dell'Olmo (99).


Il Match ...Il Grassina l'ha scampata bella ...I bipedi rossoverdi sono stati autori di una prestazione sottotono ...lo Staff di una preparazione e gestione della gara da Borgorosso Football Club ...A dire il vero fino al 66', momento nel quale per la Colligiana é subentrato Stampa al posto di Bouhamed, nella mia fertile mente si era insinuato il sospetto di una pappina ..ma appena mister Deri ha azionato il suo purosangue, il Grassina ha passato il suo più brutto quarto d'ora della stagione. La panchina dei Granocchi é rimasta paralizzata, direi in trance, non sapevano come rispondere a tale mossa ..Stampa trovandosi di fronte l'inesperta quota Cattani, con nessuna predisposizione alla marcatura, si é divertito a superarla di potenza, in dribbling, con il doppio passo, puntando il fondo e rientrando per taglienti cross ...in 15' ha costretto Burzagli ad una superparata, ha colpito una traversa che ancora dondola, ha scagliato un diagonale che dopo aver attraversato tutta l'area di porta ha sfiorato il secondo palo ...era così difficile limitarlo??? ...NO!!!! ..bastava appiccicargli Torrini e alzare Cattani, bastava inserire Stella come é accaduto al 90' e alzare Cattani ..Okkio!!! ...Okkio che é mancato anche dopo un pt giocato all'acqua di rose ma é apparsa evidente la superiorità dei locali a centrocampo dove disponevano di più bipedi rapidi e dal buon palleggio. I centrocampisti del Grassina, Caschetto, Torrini e Degl'Innocenti, non sostenuti dagli esterni bassi sono andati spesso in difficoltà, erano sempre raddoppiati ...Nel st speravo che la Conad/Grassinese apportasse le necessarie modifiche cavando una punta e inserendo un altro centrocampista ...nulla di nulla ...ad un certo punto verso il 15' i 9 bipedi panchinari erano tutti a scaldasi ..era evidente che il mister qualcosa voleva cambiare ..ma dove intervenire???? ...non ha trovato di meglio che fare tre sostituzioni ultrascolastiche: Bruni per Baccini, Nuti per Caschetto e Cattani per Fabbrini ...ma sian matti!!! ..lo vedeva anche un orbo che i problemi erano nel modulo. Concludo facendo i complimenti a mister Deri che con una rosa ristretta e di media qualità é riuscito a conferile un gioco assai efficace ...invito la Conad/Grassinese a svegliarsi altrimenti il rischio di mandare in frantumi le giuste ambizioni di Zetati é altissimo. Basta con le nenie.


Ha diretto l'asino nero Edoardo Manedo Mazzoni (1994), di Prato, detto “Tatuaggio”, fisicaccio, di media statura, brachiforme, capo ossuto con tempie rasate e ciuffo sulla sommità del cranio, diffusa peluria su tutto il muso. Corsa fluida, alza bene le ginocchia, discreti i passettini all'indietro. Ha avuto una carriera strarapida: esordio in Seconda Categoria il 22.11.15 in San Piero-Vaglia, esordio in Prima Categoria il 10.01.16 in Cesa-Fontebelverede, esordio in Promozione il 24.04.16 in Rosignano-Donoratico, esordio in Eccellenza il 13.11.16 in Cenaia-Pontebuggianese. E' alla 28^ trillatura nella Categoria Regina, l'11^ in stagione. Gode di buona considerazione da parte del Gran Raglione, infatti nonostante abbia iniziato la stagione con quasi due mesi di ritardo come numero di presenze ha raggiunto i colleghi più gettonati..Durante le sue direzioni ci scappa sempre un penalty se non due quindi é conveniente fare una gara d'attacco. Quest'oggi Tatuaggio ha diretto con buon piglio, mai si é fatto invischiare in beghe puerili 

Visto 323 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare