Il Calciodinoialtri é in lutto

23 Giugno 2017

Fabio Bresci, il riconosciuto nostro capo, tesserati o no di tutti gli appassionati del Calcio di Noialtri della Toscana, é venuto a mancare. La dipartita di Fabio é un lutto pesante per il movimento del calcio Toscano e Nazionale. La carriera sportiva di Fabio dopo quattro lustri e mezzo di permanenza sul massimo scranno del calcio Toscano era in grande evoluzione, l'incarico di Vicepresidente Nazionale della LND non era certo un punto d'arrivo. In tempi in cui chi occupa le poltrone é guardato storto Fabio rappresentava una fulgida eccezione, perché? ...semplice: Fabio rispondeva in pieno alle desiderate di tutte le società di ogni categoria e grado ...era sempre disponibile a incontrare tutti sia presso il Palazzo che in occasione delle ricorrenti celebrazioni di vittorie e incensamenti vari. Ma soprattutto era un uomo del fare: riordino dei format dei campionati, aggiustamento e snellimento play off rispettivamente con l'introduzione di giuste “forbici” e del turno unico, abolizione del fidelizzato e delle quote latte, finanziamento per le iscrizioni ai campionati, nuovi strumenti organizzativi e agonistici per qualificare al meglio il settore giovanile, costante attenzione alle problematiche delle società, valorizzazione del “Brand calcio della Toscana” all'interno della LND con la costruzione del primo Centro Federale capace di fare da apripista a tanti altri e alla ritrovata vittoria nel Torneo delle Regioni impresa realizzata consecutivamente negli ultimi due anni, prima in solitaria con la squadra Juniores in Calabria e poi addirittura un triplete in Trentino con Donne, Giovanissimi e Juniores ...a tal proposito sono orgoglioso di aver dato a Fabio una grande gioia quando il 12 aprile, io ad assistere alla gara dei Giovanissimi contro la Calabria, decisiva per il passaggio alle semifinali, lui in viaggio in treno per raggiungere Levico Terme, mi telefonò per sapere il risultato, gli dissi che eravamo ai calci di rigore e lui volle che glieli descrivessi in diretta ed insieme ad ogni gol segnato dal Granducato partiva un Olé. Ho molto frugato nella memoria per ricordarmi quando e come avevo conosciuto Fabio ..non mi é venuto in mente niente di niente ...lui radicato in Mugello, io da tutt'altra parte, lui commercialista, io poco incline ai numeri ….non possiamo avere avuto un percorso in comune ...quindi é stata la magia del calcio che ci ha fatto incontrare sui campi sportivi, annusarsi, piacersi, stringersi la mano, confrontarsi, condividere le tematiche e cercare il modo più pregnante di aiutare il calcio: lui al CRT a raddrizzare il Palazzo, io con la penna a sferzare i cosiddetti addetti ..Ricorderò sempre la telefonata con cui Fabio mi gratificò pochi giorni dopo avere lasciato l'incarico di presidente del CRT ….mi esprimeva gratitudine per averlo stimolato attraverso gli input che trovava nei miei post, utilissimi per attingere riflessioni e progettare innovazioni ...Quello che sarebbe stato il futuro presidente della LND ringraziava di cuore la penna più maledetta del Calciodinoialtri? ..una grande emozione.


Visto 1069 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare