il Bisenzio Tracimò

4 Novembre 2018


SIGNA-ZENITH AUDAX 2-3 (domenica 4 novembre, ore 14.30), RETI: al 35° Piras (Z), 50° Zizzari (Z), 60° e 83° Sordi (SG), 95° Sow Papa (Z). MIGLIORI IN CAMPO: per la Zenith Perugi e Abdjia hanno asfaltato la fascia sx. Per il Signa l'escluso Bartolozzi che poco dopo il suo ingresso in campo ha in pratica creato il pari dei Canarini e per una giustificata euforia ha sbagliato il gol della vittoria.


Dopo 9 giornate come si comportano le quote 00 e 01 ...quali i bipedibdini che stanno facendo bene? … andiamo a vedere:


Grassina (23): al laterale basso Fabbrini (00) non c'é alternativa ...fin che regge poi...

Poggibonsi (22): non hanno un 00 come si deve

Fortis Juventus (17): il difensore centrale Calzolai (00) da quando é arrivato é titolare ma lo merita il giusto, suo alter ego il centrocampista Cassai (00) ha gran talento ma é sempre messo fuori ruolo e ciò lo ha fatto ingrassare

Valdarno (17): giovani ne hanno molti ma l'unico di qualità é l'esterno alto Torricelli (00), ex viola anche se le belle giocate spesso sono fini a se stesse

Zenith Audax (15): il centrocampista Saccenti (00) su tutti, é bipedino dal fisico mingherlino ma ha molta energia e quasi sempre fa la cosa giusta

Colligiana (15): un giocatore di qualità lo hanno preso si tratta dell'esterno alto Marangon (00) gran talento ma riottoso alla pugna per cui gioca poco

Rignanese (14): hanno molti giovani ma sono carenti nell'ultimo anno di quota per cui c'è un certo via vai ma i più interessanti sono il regista Spanu (00) e il giovanissimo attaccante Merlini (02) ormai prossimo all'esordio.

Lastrigiana (14): il talento da cui ci aspettiamo faville é il trequartista Del Pela (00), gran fisico, grande gamba e piede vellutato ...peccato che senza palla non sappia gioare

Foiano (12): i chianini hanno attinto bene dal Sansepolcro, sempre titolare e con buone risultanze il portiere Cristofoletti (01) gran fisico e buona tecnica e l'attaccante Lorenzo Vichi (00) gran gamba e buona tecnica, ha già siglato 3 reti

Baldaccio (11): grande penuria ..il meno peggio é il centrocampista Torzoni (00)

Signa (11): il bipede arrivato al seguito del mister, il difensore Franzoni (00), é titolare fisso nella difesa a tre.

Badesse/Fattoria di Lornano (8): c'é poco da scegliere oil ruolo é l'esterno bassso sinistro, o Camilli (00) ex Sandicci o Colibazzi (00) ex Poggibonsi sono entrambi inadeguati.

Porta Romana (4): di quote duemila ne sono state ruzzolate molte ...dai difensori esterni bassi Di Cosimo (00) e Paita (01), dal centrocampista organizzativo Cirri (00), dalla punta di movimento Centrone (00) ma i più bravi il centrattacco Niscola (00) e il centrocampista Aragoni sono rimasti ai box
Bucinese (4): tutta robuccia ..il meno peggio é l'esterno basso Parisi (00) ma non é mai stato impiegato

Antella (4): le note liete in tanto scoramento sono il centrocampista tuttofare Paccosi (00) e l'esterno dx Olivieri (00) dotato di buona tecnica e felice piede

Pratovecchio (3): il pezzo pregiato doveva essere il bomber della Juniores del Bibbiena Boldrini (00) ma ….o per problemi di ambientazione o per il brutto inizio di campionato della squadra non ha combinato nulla di nulla

Castiglionese (2): giocano sempre il centrocampista Cirelli M. (00) spesso fuori ruolo e Nocentini (00) ex Sangio dove faceva la riserva nella Juniores ...mentre uno bravo ci sarebbe Milighetti (01) gran bomber ma é chiuso da diversi pseudotitolari


Come appare assai chiaro dal quadro sinottico soprastante i giocatori di valore sono molto pochi, invito i mister a non fossilizzarsi sui bipedini utilizzati e guardare e se non basta a riguardare meglio nelle squadre dei settori giovanili o in vista del Mercatino di Natale a rifornirsi presso le eccedenze delle società di Serie D.


Questa lunga settimana di match dell'eccellenza B sembra non finire mai, oggi va in onda la 10^ giornata ...meglio stendere un velo pietoso sulle negligenze Federali pensiamo alla giornata odierna che dovrebbe vedere il sorpasso dei Leoni sui Granocchi costretti al turno di riposo ...Calciocapace e il fedele Terzomo hanno pensato che il match più avvincente sia sulle sponde del Bisenzio fra il Signa e la Zenith sono curiosi di vedere come Animalunga che viene da un periodo a dir poco confuso se la possa cavare con Testasecca che da un po' di tempo si é fatto più creativo.


SIGNA: Una mezza delusione

Il diesse Peo giocatori di rango non ne ha ingaggiati quindi si é affidato nuovamente al gruppo storico già sulla via dell'estinzione anche se rimpolpato da due nonne papere da tempo lungodegenti, il difensore centrale “Nottolo” Alicontri e il centrocampista Dainelli ….ma Peo un altro anno cercherà di gerovitalizzarli e per far ciò ha accettato un allenatore emergente del comprensorio del Cuoio tal Enrico Cristiani detto Animalunga, 37 anni, lo scorso anno ha fatto un ottimo campionato con la Juniores Nazionale del Ponsacco. In precedenza aveva già acculato alcune panche come quella della Berretti del Tuttocuoio e dello Staffoli dove vinse il campionato di Prima Categoria.

Nel derby di coppa a Lastra a Signa la squadra Canarina mi aveva favorevolmente impressionato, un po' meno il comportamento del mister. La squadra fu schierata con un classico 3.5.2..difensore centrale Gabrielli, centrale di dx Franzoni (00) buoni fondamentali, centrale di sx Ammannati come sempre scarso, esterno di centrocampo a dx Shbanaj (00) bel biondo più adatto ai fotoromanzi e Capocchiani a sx, a centrocampo come al solito regista Coppola con Bartolozzi e Strupeni in qualità di bracci, attacco con bradipo Sordi e anguilla Rosi. Mi feci queste piccole considerazioni: Rosi arrivato dal Ponsacco insieme al mister é una punta tecnica e penetrante ...meno interessante il centrocampista Ficcara (00) ...se “Nottolo” Alicontri riprenderà il suo posto in difesa e Dainelli darà segni di ristabilimento i Canarini saranno un osso duro per tutti.

Il mister é un lungagnone assai focoso che si é fatto buttare fuori sul secondo gol realizzato dalla sua squadra perché é entrato in campo ad offendere i bipedi Signesi. ...mi sembrò un grande vulnus ma forse si era trattato di un momento di esaltazione non ripetibile.

Sinceramente pensavo che i Canarini potevano essere la sorpresa del campionato ..e invece no!!! già nelle prime fortunate gare c'era qualcosa che non andava ...questo ciò che mi teletrasmetteva la mia Collaboratrice Gatta Mammona dal trogolo della Nave: Il Signa visto a Castiglioni secondo me può fare un campionato tranquillo ma niente più, ottimi in difesa, ma troppo facile con le deboli punte viola, discreti a centrocampo, nulli in attacco, cancellati totalmente dai due centrali castiglionesi. Lo steso faceva Brina Bau Bau dallo stadio dei Pini: il Signa mi è sembrato lo stesso Signa... squadra quadrata, sempre i soliti da qualche anno a questa parte... poi un po' di culo nel trovare la vittoria...

Quando si é trattato di affrontare le prime della classe il mister ha preso delle sonore batocchiature e anche giornate di squalifica accompagnato da un comportamento sopra le righe tenuto nei confronti di mister Bifini prima dell'inizio della gara ...ma questo mi pare il meno ...mi preoccupa che stia facendo la marmellata: Nonne Papere in panca o a mezzo servizio, Sordi titolare ma sian matti ..i bipedini da lui consigliati sempre in campo ..insomma il gruppo storico di Peo c'é tutto ma il mister lo sta disarticolando ..il foco cova sotto la cenere.


ZENITH: più Ombre che Luci

La squadra ha alti e bassi, d'altra parte rispecchia la società che vuol far bene ma ha il braccino corto e anche il mister ha perso in parte il controllo della situazione ..va bene che ha degli infortunati ma con un gruppo in cui ad alcuni bipedi ha fatto da balia certe architetture se le doveva risparmiare. I Balugrana visti a Figline sono rivedibili ...analizziamo un po' il tutto.

Mister Testasecca al Del Buffa al posto del suo abituale 4.3.1.2 ..ha adottato un modulo da lui definito 3.4.3 in realtà era o un 5.2.3. o un 4.2.4 dove Abdija e Sow facevano due ruoli a testa : quando lo Zenith attaccava agivano da punta esterna a dx e a sx, quando si difendeva scendevano sulla linea dei difensori ..va beh ...questo é quanto ...tutti i gusti son gusti ..gli scompensi a centrocampo in un rettangolo enorme qual'é il Del Buffa talora erano disastrosi, Lenzini a distribuire il gioco é un'offesa ad Eupalla, può avere anche un bel calcio ma manca di un minimo di personalità per ergersi a regista, l'unico suo aiutante era Saccenti ma il bimbo pur facendo quasi sempre la cosa giusta non poteva arginare la marea di trequartisti Gialloblu. In difesa chissà perché Belli in porta, ormai lo sanno tutti che é un farfalliere e che sta incollato sulla linea di porta, si vedeva chiaramente che i compagni non si fidavano di lui..il guadagnare punti fa a cozzi con il buon cuore di un mister ..se proprio lo voleva far giocare lo doveva fare la domenica innanzi con la povera Bucinese ...ma la chiavica più grossa é stata quella di aver schierato al centro della difesa tre piantoni, Facchini, Benvenuti e Melani ..forse un omaggio alla memoria di Gippo Viani, in attacco il tridente Piras. Zizzari, Manganiello si é dato da fare ma il Cicho é l'ombra di se stesso ..dov'é il furetto ammirato l'anno dei play-off, il Manga é tornato a fare l'intermittenza con molte pause, solo il Vecchio Leone si é battuto con coraggio dimostrando che l'età conta poco se c'é la professionalità.

L'impressione di tutti é stata che la Zenith con la Valdarno abbia buttato via 2 punti a causa di una serie di fattori che fanno capo alla parola “superficialità”.


Schieramento del Signa: mister Animalunga se ne sbatte delle apparenze e va per la sua strada, in panchina diversi Canarini storici e largo a ben 5 quote nella formazione titolare ...una delle principali regole non solo della Categoria Regina ma del calcio in generale riguarda i giocatori esperti o li fai sentire titolari oppure e meglio cederli prima che inizi il campionato perché se non giocano tramano. I casi sono due se si contravviene ad uno dei pilastri fondamentali o il mister vede molti scheletri nel suo armadio e non si fida delle nonne papere oppure e così convinto che i giovani siano migliori dei matusa e per questo li tiene in panca. Sia quello che sia questo é l'undici iniziale, modulo 4.3.3 o se preferite 4.3.1.2 dove Coppola fa un po' il pendolo fra l'attacco (molto) e il centrocampo (poco) di sicuro nell'intervallo fra le due fasi moccola a quello Dio. Fra i pali Cappelli, al centro della difesa Gabrielli e Franzoni (00), esterno basso a dx cicciobello Bizzetti (99), esterno basso a sx Capochiani (98), a centrocampo alla coordinazione il redivivo Dainelli che di vivo ha ben poco se non il modificato look, bracci assai fiacchi Fiaccara (00) a dx e Stupreni a sx, in attacco Coppola dove gli va, Tomberli che sembra uno delle giovanili e Rosi (99) poco avvezzo alla pugna. A disposizione il numero dodici Scrò, i difensori Alicontri (91) e Vegni, gli esterni Casalini, Shabanaj e Bruni (97), il centrocampista Bartolozzi (96) e gli attaccanti “Bradipo” Sordi e Marrani (91).


Schieramento dello Zenith Audax: Bellini recupera un po' di pezzi e porta in panca Magelli e Silva Reis ma quello che più conta ha dato una risistemata alla materia cerebrale, elimina alcune scorie e dispone la squadra secondo una discreta logica anche se a centrocampo il vuoto lasciato da Nardoni é troppo evidente. .manca solo l'esterno basso Ruggeri per infiammazione agli adduttori ..il mister opta per il classico modulo 4.3.3. Fra i legni Brunelli, al centro della difesa i piantoni Facchini e Benvenuti, esterno basso a dx Melani (99), esterno basso a sx Perugi, a centrocampo come al solito Lenzini e Saccenti e sulla dx Abdija che quasi funge da ala sx, in attacco Zizzari al centro con Manganiello a dx e Piras (99) a sx. A disp.: il numerododici Belli (00, i difensori Maretto, e Mugelli (98), l'esterno basso Martines (01), l'esterno di centrocampo Sow Papa , i centrocampisti Baldi (99) e gli attaccanti Ferraro L. (99) e Silva Reis


La gara: quando si vedono 5 gol c'é da essere contenti e in effetti la partita é stata entusiasmante anche se costellata da numerose discrasie tattiche da una parte e dall'altra. Il primo tempo del Signa é stato pietoso mai in partita e la Zenith ha avuto buon cuore a siglare solo un gol, nella ripresa c'é stato subito il 2-0 e l'impressione é che finisse in goleada ma o i Blaugrana sono stati supponenti oppure i Canarini hanno tirato fuori il loro carattere forgiato in mille battaglie ..la svolta é stata l'uscita di 4 pesi morti Dainelli, Ficcara, Tomberli e Capochiani e l'ingresso quasi contemporaneo di Bartolozzi, Sordi, Marrani e Alicontri ..la squadra ha preso nerbo e due funamboliche penetrazioni di Bartolozzi in area Zenith hanno permesso a Sordi il tap-in vincente con i piantoni blaugrana marmorizzati in garitta. Nei 10 minuti rimasti una volta passata la paura la Zenith si é riversata in avanti ma ha anche lasciato grandi varchi dove una volta si é nuovamente trovato liberissimo Bartolozzi che però sparava ai fagiani... ed ecco l'ultimo minuto di recupero ..punizione contestata sulla trequarti, batte a sorpresa la Zenith e sul cross perfetto di Perugi inzucca Sow ..anche Massiccio salta dalla gioia ...nell'occasione i Canarini sono stai molto ingenui a non andare sulla palla al momento della ripresa del gioco ..una sconfitta che non ci voleva dopo la grande rimonta favorita peraltro da non aver considerato Bartolozzi che ha fatto impazzire Melani e di non sostituire sul 2-0 a loro favore un fuso e inutile Saccenti con Martines per il gioco della quota (00) e conseguentemente spostare nel mezzo Abdjia. Ma oggi si vede che Eupalla entra in vena di benevolenze per i lanieri.


Ha diretto l'asino nero Tommaso Bassetti di Lucca detto Strizzatoio" ...fa parte del progetto UEFA Talent e Mentor, buon fisico ricco di atletismo, eccessivamente impettito, longilineo, capello castano-biondiccio con divisa sulla 3/4, veste troppo aderente per cui la rigidità del corpo si accentua e talora lo fa apparire un fusicchio. Ha esordito nella Categoria Regina lo scorso anno alla 25^ in Jolly Montemurlo-Valdarno é alla 3^ gara in Eccellenza, la 2^ in stagione, ...l'okkiata é ancora imperfetta forse ciò é dovuto alla stralunata espressione del suo volto ..le valutazioni lasciano a desiderare ma ha un discreto polso che sopperisce alle evidenti lacune che ha nel rapportarsi con i bipedi. Il ciuco Bassetti in questa stagione si é visto una sola volta al

Nannotti, alla 5^ giornata in Badesse-Pratovocchio 1-1, é contestato dai padroni di casa in ben tre occasioni: al 40’pt quando in un'azione in area biancoceleste vede una spinta di Camilli su Gisti e decreta il calcio di rigore ..al 14’st Marchi già ammonito trattiene un avversario per la maglietta e becca il secondo giallo ..al 32' st, su azione d’angolo, Bongini di testa mette in rete ma il gol é annullato .. la mia collaboratrice Gatta Mammona presente al match mi ha giurato che il ciuco lucchese ha sempre visto giusto. Oggi ha diretto con poca personalità e con qualche lacuna dal lato tecnico, spesso in difficoltà sul far rispettare la distanza sui calci da fermo, nelle ammonizioni lo si é visto ricorrere bipedi anziché farli venire a se. ..deve mangiare ancora parecchio fieno.



Visto 338 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare