Caos Pallonaro

28 Novembre 2019


SIGNA-VALDARNO 2-1- (mercoledì 27 novembre ore 14.30),  RETI: al 30' Giustini (V) su corner dopo papera di Lensi colpisce il cuoio all'altezza del secondo palo, all'85' Cecchi (SG) su assist di testa di Tomberli, tiro di controbalzo di rara potenza, all'89' Ficarra (SG) dall'out di sx trova rasoterra il pertugio giusto con Lampignano fermo sulla riga di porta. MIGLIORI IN CAMPO: per il Signa Gabrielli, entrato in campo al 1' del st ha dato la carica ai compagni, per il Valdarno Mirante, nel pt che ha sverniciato Capocchiani molte volte.


Turno di Recupero ...oggi si giocano due gare dell'11^ giornata non disputate causa maltempo: Riganese-Zenith Audax non venne attivata perché la piena dell'Arno allagò gli spogliatoi del Ponte Mediceo, Signa-Valdarno non iniziata causa il pessimo impianto del Bisenzio che appena viene due gocciole diventa un pantano, figuriamoci dopo due giorni di pioggia, un vero skifo che l'Ammistrazione Comunale lasci quello storico impianto in quelle fatiscenti condizioni .. Per Calciocapace un vero dilemma ….dove andare? ... considerando che in entrambi i siti gli spalti saranno deserti e privi di quel minimo di pathos che i tifosi apportano ..a Rignano si rischia di morire di sonno, sono due formazioni che prima di tutto non vogliono perdere ..per cui meglio andare verso la Piana Fiorentina per visionare Signa-Valdarno e in particolare i due mister, l'esperto Drago e il pivello Animalunga ..le due squadre é meglio non giudicarle perché si tratta di formazioni infarcite di molti bipedini diversi dei quali ancora non pronti per la Categoria Regina e da un po' di matusa ma alcuni non meritano più tale categoria.


Signa: la linea verde sembra pagare ...dai picchia e mena mister Animalunga ha imposto la sua linea che prevede la dismissione graduale delle tante nonne papere che avevano condotto i Canarini in Eccellenza e che li hanno mantenuti nella Categoria Regina per tre anni ...Durante il Calciomercato estivo ne sono state cassati 4: il portiere Tommaso Cappelli (90) che avrebbe deciso di fare il preparatore dei numeriuno, l'attaccante “Sinistro di Dio” Matteo Marrani (91) e il centrocampista tuttofare “Highlander” Matteo Strupeni (92) passati al Firenze Ovest mentre il metodista Federico Dainelli (84) pareva avesse attaccato le scarpe al chiodo consunto da infortuni e ricadute ma adesso sembra che voglia riproporsi ...mah!!!….durante il girone d'andata delle 4 nonne papere rimaste: il difensore Andrea Gabrielli (85) é fisso in panca, il centrocampista di talento Angelo Coppola (86) gioca per 60' poi viene sostituito e il puntero “Bubu! Luca Tomberli (91) entra, se entra, negli ultimi 20'...l'unico che é titolare fisso ma talora manca perché é tutto arrocchettato é il difensore centrale “Nottolo” Alessio Alicontri (91) ..amico Animalunga visto che hai fatto 30 fai 31, termina il campionato azzerando tutte le storiche Nonne Papere


Valdarno: la linea Drago é ai primi passi ….sono due domeniche che Drago guida le Ovaiole al posto del Maestro della Tecnica ..ha raccattato solo due pareggi al Goffredo Del Buffa, la classifica latita, il 6°ultimo posto utile ad evitare i play-out é a 4 punti, non molti ma neanche pochi ...é vero che ci sono 19 gare da disputare per cui in teoria si può ancora vincere il campionato o almeno arrivare ai play-out obbiettivo dichiarato dal direttore generale Marco Bignone fin da inizio anno , traguardo che può essere raggiunto perché stando ai si dice al Mercatino di Natale arriveranno dalla Costa Tirrenica in Valdarno 4-5 bipedi che riscuotono la di piena fiducia di Brachi e permetteranno al tecnico di correggere le tante storture della compagine che sicuramente con la sua esperienza ha già individuato. Adesso gioca con il modulo 3.5.2 che ritiene per il materiale a disposizione l'unico adatto in quanto permette a Mirante (99) e Gualandi (99) di scorrazzare sulle fasce senza particolari compiti difensivi che non sanno applicare, ha tolto Bega da fare il bullo a centrocampo riportandolo al centro della difesa, in tale reparto ha rispolverato l'ex Grassina “Fuoco Amico” Fani (99) e cavato Lovari vera iettatura ..il centrocampo é tutto nuovo, vertice basso Bencini, bracci Fioravamti (01) e Bettoni, l'attacco vede ancora uno spento Bastianelli coadiuvato dal colorato Morrison Yahon Mande (00). Come lo stesso Drago ha dichiarato questo modulo non é il massimo della sua filosofia pallonara perché con solo due attaccanti e nessun centrocampista di gamba in avanti si morde poco ..a Drago piace un attacco con tre punte quindi intende quanto prima arrivare al modulo 4.3.3 ma in attesa dei giocatori giusti occorre far punti per cui si adegua. Calciocapace apprezza le innovazioni del mister, sicuramente ha rimesso un po' a posto la macchina Ovaiola però quando dice che le mezzale non hanno gamba sbaglia, Bettoni e Bencini son formidabili treni in corsa ..mi pare anche autolesionismo togliere di squadra Traversari, mantenere in formazione lo scarso Giustini e il portiere Lampignano che sta incollato sulla linea di porta ad osservare le parabole del cuoio .. meglio quando era una quota.


Schieramento del Signa ….Guardando l'organico messo insieme per la nuova stagione non si può fare a meno di notare il forte rinnovamento che c'è stato ...non é stato preso un solo bipede di categoria ma solo giovani bipedini di stretta conoscenza del mister. Il mister con quasi tutta la truppa a disposizione adotta il consueto modulo 3.5.2 ..fra i pali Lenzi, difesa a tre, centrale il nerboruto Alicontri, centrale a dx Franzoni (00), centrale a sx Gemignani F., esterno di centrocampo a dx Nencini (01) e a sx Capocchiani, a centrocampo Bartolozzi aiutato da Shabanaj (00), attacco quasi a tre con “Bradipo” Sordi al centro, Coppola a dx a cercare l'occasione giusta per battere a rete, Rosi (99) a fare il pendolo sull'out alto di sx ..in panchina il numero dodici Pucci (01), i difensori Ammannati (96) e Gabrielli (85), i centrocampisti , Gemignani M. (01), Dini (99) e Ficarra (00) e gli attaccanti, il nuovo arrivato Falorni (98), “Bubù” Tomberli (91 e "Mammuth” Cecchi (01).


Schieramento del Valdarno ….Mister “Drago” Marco Brachi dispone l'undici con il modulo 3.5.2 ..in pratica lo stesso di tre giorni fa con l'Antella tranne la sostituzione di Gualandi con Buscé sull'out di sx ...quindi in porta Lampignano, al centro della difesa Bega coadiuvato a dx da Fani (99) e a sx da Giustini, a centrocampo Bencini a dare un po' d'ordine e soprattutto dedito al rilancio assistito dai bracci a dx Fioravanti e sx Bettoni, esterni di centrocampo a dx Mirante e a sx Busché in attacco Bastianelli punta centrale e a frugugliare Morrison Yahon Mande (00). In panchina il n.12 Noferi, i difensori Gori (93) e Lovari (00), i centrocampisti Carnevale (97) dicesi ristabilito e il piccolo Muho (01), l'esterno sx di centrocampo Gualandi (99) e gli attaccanti Zaparata (00), Traversari (99) e Servillo (01).


La Gara vedeva la sfida fra un vecchio "gorpone" come Drago assente da 7-8 anni dalla Categoria Regina e un mister, Animalunga, espressione della nouvelle vague, infarcito di teorie imparate sui manuali di tecnica ..La partita ha rispecchiato queste due tendenze ..vediamo

Primo Tempo....squadre messe in campo con lo stesso modulo 3.5.2 o giù per là .. bipedi che cercano di ottemperare alle disposizioni dei loro allenatori per almeno 30' ..poi quando la fatica si fa sentire più che a giocare tendono a spallonare e in campo c'erano fior fiore di “viva al parroco”, Bencini e Alicomtri su tutti ...facevano tenerezza due bipedini, uno per parte a centrocampo, Fioravanti (01) e Shabanaj (00) davvero innocui, potevano tenersi per mano come si fa all'asilo... c'erano delle storture ...ma nulla viene modificato, basterebbe capire perché Animalunga ha mantenuto Capocchiani su Mirante avendo un passo decisamente meno scattante ...tentativo di suicidio o presunzione? ... almeno un raddoppio lo poteva prevedere ….interessante sarebbe sapere anche il motivo dell'utilizzo da parte del Drago di Buscé al posto di Gualandi ..ce ne corre ...Comunque sia il primo tempo scorre e se non fosse per la papera di Lensi sarebbe finito 0-0 invece di 1-0 per il Figline che comunque si era fatto preferire per il dinamismo di Bencini e la rapidità, anche troppa, di Yahon e soprattutto per le percussioni di Mirante sull'out di destra.

Secondo Tempo ....tutto cambia, Animalunga inserisce Gabbrielli sull'out di dx e inizia a mescolare e rimescolare la squadra, non solo cambia i giocatori con quelli della panchina ma l'assetto del centrocampo e dell'attacco muta continuamente, é il cosiddetto “Modulo del Caos”. A tale schema Drago non ha saputo rispondere, ha mantenuto la squadra immutata non accorgendosi di un netto calo fisico soprattutto in Bencini e Mirante senza parlare della pochezza di Bastianellli che quando andava bene arrivava terzo …. verso il 15' la pressione dei Canarini si é fatta stringente, occorreva nelle Ovaiole inserire forze fresche in primis un attaccante come Traversari in luogo di Mirante ormai spompato per rialzare il baricentro; Buscé subiva pesantemente le iniziative di Gabrielli e il pari a tutti é apparso imminente evitato solo da alcune belle parate di Lampignao e dal rigore sbagliato da Bartolozzi ma l'espulsione di Bega ha rindebolito la difesa del Figline … negli ultimi 10' forse Drago ha pensato che inserire Lovari per riportare il reparto difensivo a tre sarebbe stata la giusta soluzione ma si é dimenticato che é un ex giocatore e appena é entrato in campo ecco i due gol della sconfitta... E' evidente che mister Cristiani con il suo Modulo del Caos ha messo in confusione il pragmatismo di Drago … le giovani leve avanzano.


Ha diretto l'asino nero Leonardo Buchignani di Livorno detto “Legno Torto”, per adesso 14 gare nella Categoria Regina, 9 lo scorso anno, in questa stagione é alla 5^ designazione ...nelle precedenti: 1b, PR-TT 1.3; espulso Morandi per fallo da ultimo uomo, espulso Massai per doppia ammonizione; 3a, CA-PO; 1-1 buon stile molto attento sui calci piazzati, segue bene l'azione, buona corsa, non ha problemi ad espellere chi commette falli da espulsione; 5a, TU-FU 1-1; fisico lellerino, bravo con i passettini laterali e anche all'indietro, uno stilista; 7a, MA-CG; 0.1 capello rasato uniformemente, ammonisce per tuffi ingannatori gli attaccanti in area di rigore, a volte dà rigori molto tecnici, Quest'oggi ha mostrato le solite qualità: capacità di stare vicino all'azione, buona corsa e rigidità asinina ….a momento del rigore per i Canarini é stato inflessibile e a causa delle proteste ha espulso Bega ripristinando l'ordine in campo.



Visto 307 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare