Altroquando

4 Dicembre 2017


LASTRIGIANA-BADESSE 5-3 (domenica 3 dicembre, ore 14.30)


Giornata in cui il foco cova sotto la cenere, oggi in eccellenza sembrerebbero incontri dove prima di rischiare di perdere é meglio patteggiare ..si viene dal turno infrasettimanale: le rose non sono un granché, la stanchezza si farà sentire, le squalifiche anche ..ci saranno poi le prime transazioni di bipedi che potranno migliorare o peggiorare gli organici ..in tale ambaradan Calciocapace e il fedele Terzomo ritengono che la gara più scoppiettante sia alla Guardiana fra i Lastraioli e i Badessi per il semplice motivo che sono due società partite per salvarsi ..e la salvezza diretta non potrà che essere a non meno di 40 punti viste le regalie del Jolly, per cui fatto il conto della serva e constatato che la Lastrigiana ha 12 punti e le Badesse 15 si evince facilmente dalla statistica che per i Biancorossi evitare i play-out é difficile anche con una vittoria mentre i Biancocelesti se vincono sono alla metà dell'opera ..un pari ai ragazzi di Ottimista non serve ad una sega mentre quelli di Bonvi li lascerebbe in stand by. Calciocapace é fiducioso che sia una gara senza tatticismi e ricca di gol.


Lastrigiana: più futuro che presente

Il presidente Samuele Vignolini é uomo tutto d'un pezzo e non si fa distrarre dalla pessima classifica ..qualche rinforzo a mister Ottimista lo somministrerà se i costi saranno ragionevoli altrimenti si va avanti con quello che passa il convento. La Lastrigiana come primo obbiettivo ha il potenziamento delle strutture sportive indispensabili per migliorare la già efficiente filiera delle squadre giovanili, le migliorie sono già a buon punto, é prossimo un nuovo campo di allenamento e la realizzazione di adeguati spogliatoi ...quando ci sono le strutture si può anche retrocedere ...tornare su non é certo un problema. Oddio i Biancorossi si potrebbero anche salvare vincendo il play-out che quasi certamente dovranno disputare ...A giudizio di Calciocapace però sono stati commessi alcuni errori forse dovuti a pressioni di chi gravita intorno alla squadra Juniores Regionale, c'é chi ha spinto per tenere il gruppo unito in funzione della vittoria del campionato Elite ..questo ha portato a reperire giocatori per la prima squadra di cui non c'era assoluta necessità, essendo i vari Sanni (87, d), Allori (92, dc), Gazzarini (93, pm), Lari (96 ebsx), Brillanti (94, c) con valori non all'altezza della Categoria Regina ..era molto meglio puntare sui giovani della Cantera: Yari Cordioli (98, c), Niccolò Del Pela (00, a), Leonardo Mazzoni (00, a), Paolo D'Angelo (00, d), Andrea Fantoni (00, c), Marco Morandi (98, d), Lorenzo Vanzi (99, c), Shenal Jaywicrama (00, ec) che messi fin dall'inizio del torneo in organico stabile con Ottimista avrebbero progredito assai ...sicuramente 12 punti in 14 gare li facevano anche loro e in più acceleravano una importante maturazione che li avrebbe resi protagonisti nell'immediato futuro. Capisco che in una società si debbano rispettare tutte le componenti ma quando una di esse diventa arrogante va calmierata.


Badesse: L'eccellenza va mantenuta

La gioia del riallamamento in Eccellenza alla metà di giugno ben presto si é trasformata in ansia di non poter mantenere la Categoria ..da subito problemi con la guida tecnica, alla fine la squadra venne affidata a Stefano Polidori ..problemi nel reperimento dei bipedi atti alla Categoria Regina dato che il mercato era già spazzolato; il diesse Francesco Stazzoni ha preso quello che era ancora in circolazione, sia Bartolini che Bandini non hanno retto essendo entrambi un po' ammaccati ...inizio disastroso con pochi punti racimolati ..una certa sfiducia sembrava farla da padrona, neanche l'ingaggio dell'agile puntero Marabese aveva sortito effetto, quindi l'esperto diesse non ha aspettato che la situazione si incancrenisse ed ha cambiato manico ...furono sentiti o pensati tecnici in forza alla Categoria Regina nell'anno precedente come il Cocollo e Rizzarompicazzi poi si é preferito dare fiducia all'ex asinalunghese Francesco Neri detto “Bonvi”che dopo la separazione consensuale con i Giuggioloni prima un anno di sabbatico e poi una sfortunata stagione con la Mazzola/Valdarbia fresca di fusione. Bonvi subentrato dopo 8 giornate in cui le Badesse avevano conquistato 5 punti ha ottenuto i seguenti risultati ..inizialmente 2 sconfitte molto lottate, nelle altre 4 gare, 1 pari e 3 vittorie, adesso i punti sono 15. Neri rispetto al suo predecessore alla squadra ha apportato sostanziali modifiche: in porta la quota Pupilli, in difesa De Marco e Lelis,'esterno dx Bonsi e su quello sx la quota Santini, a centrocampo la quota Bonechi con Butini, Marchi e Bruni che si alternano, in avanti un tridente assai mobile Rosi, Marabese e Stolzi il tutto assistito da una enorme fame di fare risultato e dalla prescrizione: chi non si allena bene non gioca sia chi sia ...il tutto ha fortificato la squadra dal lato tecnico, nel morale e nella condizione fisica.


Schieramento della Lastrigiana: mister Ottimista conscio dell'importanza della gara ha chiesto al suo presidente di avere i bipedi che desidera a sua disposizione ...la cosa ha suscitato un vespaio nella squadra Juniores Regionale che prima in classifica e impegnata al sabato in trasferta sul campo dell'Urbino ha dovuto fare a meno di alcuni big, in particolare del gioiello Del Pela, ciononostante il ragazzo lo hanno portato ad Uliveto a patire il gelido vento di tramontana in panchina ..fossi stato il Presidente avrei fatto abbassare la cresta a tutto lo staff dirigenziale e genitoriale che gravita intorno a tale rassemblament... Assente bomber Di Tommaso e con il nuovo dispositivo difensivo Simone Olivieri che si accomoda solo in panca l'allenatore Pierluigi Sarti spedisce sul rettangolo verde il seguente undici: modulo 4.3.3, in porta Eletti (98) difesa a 4, centrali Allori e Forti (98) ai loro lati a dx Corradi (99) e a sx Sanni, centrocampo muscolare con Caroti, Terzani e Chiesi, in attacco da sx a dx Del Pela (00), Bianchi e il più manovriero Vanni. A disposizione il numerododici Cammilloni (99), il nuovo centrale Olivieri, l'esterno Morandi (98), i centrocampisti Varriale e Brillanti, gli attaccanti Gazzarrini (93) e Mazzoni (00) altro interessante prodotto della Cantera Biancorossa


Schieramento delle Badesse: i Biancocelesti non hanno certo un organico di primordine, sull'ossatura dello scorso anno, ripulita dalle cariatidi sono stati inseriti alcuni bipedi di buona efficacia ma la squadra non ha per adesso una rosa che possa permettere di sperare in qualcosa di più di una disperata lotta per evitare i play-out.  Lo schieramento adottato dall'esperto mister Bonvi é un classico 4.3.3 che vede fra i pali Pupilli (98), difensori centrali De Marco e Lellis, esterni bassi a dx Bonsi e a sx Santini (99); a centrocampo il faro spento Bruni coadiuvato dai braccetti Bonechi (98) sul c-dx e Butini sul c-sx, in attacco Rosi, Marabese e Stolzi in alternanza di posizioni . A disposizione: il numerododici Ferrucci (97), gli esterni di fascia Duranti (99) e Pagliantini (95), i centrocampisti Bongini (99) e Marchi e le puntaerelle Maestrini (99) Sabatino (99).


I motivi che in realtà hanno spinto Calciocapace ad assistere a questo match erano soprattutto due, da una parte capire se mister Francesco Neri era sempre quello di Sinalunga e dall'altra assistere all'esordio fin dal primo minuto fra le mura amiche Del Pela, oggetto di discussione della comunità pallonara lastraiola e non solo.

L'impronta di mister Neri si vede sebbene ancora non ha affondato per intero il suo marchio, la partita alla Guardiana é stata la mano santa, ha evidenziato chiaramente quali sono le 3 cose fondamentali da sistemare

1 – con in porta Pupilli si ha una quota viaggiante in meno in campo ma il rischio é alto ..se Ferrucci non piace ergo che ci vuole un numerouno che dia sicurezza.

2 – Bruni é una lumaca, a quei ritmi non lo farebbero giocare neanche nell'UISP ..più che l'uomo d'ordine della squadra é quello del disordine.

3 – ci vuole un centrattacco di nome e di fatto, Marabese e Rosi sono dei movimentisti, Stolzi quando era nelle giovanili del San Miniato faceva il puntero ...poi nessuno neanche per un minuto lo ha riproposto in tale ruolo ..adesso é dura ma comunque é il più efficace.

Ci sono anche delle belle realtà, Di Marco e Lellis sono due gladiatori, Santini ha un piedino mancino che é un bijoux, Bongini sta crescendo in maniera esponenziale, Marabese ha delle giocate estemporanee di valore, Marchi e Butini sono interpreti utili durante la stagione. Se Neri ha visto quello che ha notato Calciocapace, e non ho dubbi, vivrà giorni felici.

Quando una gara si conclude con 8 reti dopo che il risultato é stato in bilico per 94' non si può che applaudire tutti i bipedi senza distinzione di maglia ma alla Guardiana la stella di Niccolò Del Pela ha ammaliato a più non posso: 3 gol di eccezionale fattura, un assist, splendide giocate, classe cristallina, un fisico statuario e pensare che ha giocato in un ruolo che non é il suo nel quale non ha potuto esprimere la potente gamba e l'elegante falcata. Il presidente Samu può ringraziare il suo meraviglioso gioiello di averlo tirato fuori dalle secche della classifica, due dei tre gol realizzati, nessun altro bipede biancorrosso sarebbe stato capace di insaccarli. Avranno masticato amaro i padrini della squadra Juniores Regionale “a Lucca lo riedono” ...e se si vuol esser certi di sfuggire i play-out anche qualche altro junior dovrebbe seguirlo





Visto 405 volte | Commenti

calciocapace

Collaboratore

Login o Registrati per commentare